Programma elettorale Lista Civica BENE COMUNE - PIERA LANDONI SINDACO

PIERA LANDONI: IL MIO DESIDERIO PER CERRO E CANTALUPO.

Per seguire la mia passione per il bene comune ho accolto la proposta di mettermi al servizio della comunità di Cerro Maggiore e Cantalupo come Assessore ai Servizi alla Persona, Famiglie e Politiche di Genere.

Una missione che ho svolto con entusiasmo e professionalità dal 2009 al 2017, nella convinzione che ogni volta che un amministratore riesce a cogliere un obiettivo, porta nuovo valore e una maggiore fiducia a tutti i suoi concittadini. Forte di questa consapevolezza mi sono impegnata a far nascere una Rete Antiviolenza composta da 51 comuni, ad accogliere il primo Centro di ascolto contro il Bullismo Scolastico e a promuovere il nostro territorio da presidente dell’Assemblea dei Sindaci della ASST Ovest Milano.

Con queste esperienze e la vicinanza della mia comunità ho toccato con mano le esigenze del territorio e il valore unico dei miei concittadini, da quelli più piccoli fino ai più anziani. Da quel momento persone, bisogni, sogni e speranze sono diventati parte della mia vita quotidiana. Per queste ragioni ho voluto rispondere alla richiesta di un gruppo di cittadini che mi ha chiamata a ricoprire un ruolo, oggi più che mai impegnativo, come quello di sindaco. Per il Bene Comune, di tutti. Nessuno escluso.

Abbiamo costruito un programma partendo da un’attenta analisi della realtà e delle esigenze del paese, abbiamo ascoltato col cuore i desideri e le aspettative dei cittadini. Programma e desideri che potrete trovare e integrare sul sito, sui profili social e sul Libro Bianco che stiamo scrivendo in questo percorso elettorale. Sappiamo “cosa” serve a Cerro Maggiore e Cantalupo per diventare un Comune virtuoso e più bello da vivere, ma è anche importante “come” si intendono perseguire gli obiettivi di qualità, a partire, ad esempio, dal reperimento delle risorse e dal dialogo continuo e diretto con i cittadini.

La differenza la farà la squadra che andrà a governare e i valori che ci guidano. Questo è il mio sogno, questo è il mio impegno: garantire serietà e competenze al servizio di ogni singolo cittadino, perché possa riappropriarsi di un paese vivo, sicuro e partecipe.

Il Bene Comune sei tu!
Piera Landoni #landonisindaco


INNOVARE PARTENDO DAL METODO

Viviamo in un mondo sempre più complesso. Più che un “dato di fatto” lo potremmo definire come un “processo di fatto”. Un processo in cui tutti noi siamo, in modo più o meno consapevole, coinvolti. Si è tanto scritto sulle condizioni che hanno portato a questo aumento di complessità: dallo sviluppo dell’Information Technology alla globalizzazione culturale, a quella finanziaria e così via.

Oggi i temi sono altri:

  • Come governiamo la complessità?
  • Come generiamo cambiamento in un ambiente che richiede di connettere persone, competenze, organizzazioni, situazioni in modo innovativo.

E’ un tema trasversale a tutti i contesti sociali: dalla vita familiare a quella del lavoro passando, nondimeno, dal nostro ruolo civico di cittadini. Chi ha una chiara percezione di cosa sia la complessità sa anche che non ci sono “antidoti” e, soprattutto, soluzioni universalistiche. Si tratta di costruire “nuove pratiche”, “nuovi modi” di approcciare i problemi che, se nel loro contenuto non sono nuovi, possono essere inediti per il contesto in cui devono essere affrontati per generare il Bene Comune.

Persone comuni che hanno a cuore il Bene Comune, con esperienze professionali in ambiti diversi, hanno fatto squadra per proporre metodi e soluzioni proponendo alla guida del gruppo una persona di comprovata esperienza e competenza: Piera Landoni.

Di seguito illustriamo le nostre proposte per il BENE COMUNE.
UN NUOVO RUOLO PER IL NOSTRO COMUNE #BENECOMUNE

La gestione del territorio è uno dei compiti più complessi in carico alle amministrazioni municipali ed è illusorio pensare che basti approvare un buon piano urbanistico per affrontarlo e risolverlo.

Il buon governo del territorio si basa infatti, più che sulla bontà degli strumenti urbanistici, su una capace ed ispirata azione politica. In poche parole: qualcuno deve metterci testa ed idee per cercare forme e strumenti nuovi, attivare risorse, coinvolgere operatori e cittadini, promuovere e stanziare investimenti.

Ci impegniamo a:

  • Organizzare e valorizzare le risorse umane e le competenze esistenti e promuovere la progettazione interna nell’ottica di potenziare i tempi e la qualità della risposta della macchina comunale ai cittadini;
  • Sburocratizzare le procedure interne, investire sulla dotazione informatica del Comune e formare le competenze finalizzate all’utilizzo delle nuove tecnologie in campo progettuale;
  • il Comune dovrà assumere il ruolo di facilitatore, incontrando e negoziando accordi e necessità con i soggetti coinvolti, così da dare attuazione alle previsioni del Piano di Governo del Territorio vigente e i piani attuativi già approvati;
  • Avviare la modifica del PGT garantendo, al cittadino e alle imprese, regole certe ma al contempo flessibili, assumendo come obiettivo principale lo sviluppo qualitativo della nostra comunità;
  • Agevolare il riuso ed il recupero di edifici abbandonati e sottoutilizzati, sia mediante la modifiche delle normative tecniche vigenti (vedi il punto precedente), sia con politiche puntuali che amplino le destinazioni d’uso ammissibili, avendo come faro sempre la tutela dell’interesse pubblico e il rispetto delle normative nazionali e regionali vigenti;
  • Individuare azioni utili al recupero di tutti i “vuoti” urbani (aree dismesse, corti abbandonate, spazi aperti destinati a nuove costruzioni non ancora realizzate, ecc), anche intercettando risorse sovralocali e/o ricercando nuove forme di partenariato e negoziazione fra gli attori coinvolti nelle trasformazioni territoriali.
UN TERRITORIO PARTECIPATO PER IL #BENECOMUNE

Vogliamo costruire un “luogo” dove ognuno possa contribuire con il proprio racconto di Cerro e Cantalupo. Pensiamo ad un laboratorio partecipato che coinvolga puntualmente i cittadini nel dibattito sul futuro della nostra comunità.

Ci impegniamo a:

  • Costruire una “bacheca virtuale “e una cartografia consultabile su cui ogni cittadino potrà riportare (come se usasse un post-it su una bacheca reale) le problematiche e le risorse del territorio rendendo più efficace e condiviso l’operato dell’Amministrazione Comunale.
  • Pubblicare, per le opere pubbliche, sul sito del Comune informazioni quali la proprietà dell’opera, i costi, la tempistica e lo stato dell’arte in modo che i cittadini siano tempestivamente informati sullo stato di avanzamento delle opere che stanno pagando, se vi sono ritardi, qual è lo stato della viabilità nelle aree interessate dai lavori.
LA PIAZZA DIFFUSA PER IL #BENECOMUNE

A Cerro manca una piazza bella come quella di Cantalupo, ma come costruirne una che faccia da volàno ai rapporti sociali e alle attività economiche e che sia capace di creare aggregazione? Per costruirne una con queste caratteristiche, occorrono necessariamente collocazione baricentrica e prossimità con importanti funzioni cittadine; servono una dimensione adeguata ed un giusto equilibrio tra superfici destinate alle auto e quelle destinate ai flussi pedonali e ciclabili.

Ciò che proponiamo è la costruzione di una rete di spazi aperti, progettati con cura, dotati di arredi e infrastrutture digitali, collegati fra loro da percorsi con chiara gerarchia dei flussi di traffico a favore del pedone e della bicicletta. Non una unica grande piazza, ma una grande “piazza diffusa”.

Ci impegniamo a:

  • Riprogettare il sistema degli spazi aperti e della viabilità del centro di Cerro, valorizzandone le potenzialità, tutelando i flussi pedonali e ciclabili, individuando le strade dove il traffico veicolare sarà ammesso a velocità contenuta (isole ambientali) e le aree da pedonalizzare in occasione di eventi;
  • Dotare il centro di una rete di punti Wi-Fi di libero accesso (compatibilmente con le normative del settore);
  • Riqualificare la Piazza Don Oltolina (fronte comune), quale prima porzione del progetto Piazza Diffusa;
  • Dotare i percorsi di arredi e cestini.
UN BUON GOVERNO PER IL #BENECOMUNE

In aggiunta all’intervento nel centro di Cerro, vogliamo costruire una rete di aree ed edifici pubblici di qualità, sia utilizzando al meglio l'esistente sia prevedendone di nuovi, collegati da una fitta maglia di piste ciclabili e percorsi protetti, accessibili anche da soggetti con differenti capacità motorie.

Avvieremo studi per realizzare nuove strutture, facendoci carico sin da subito della ricerca dei fondi necessari e per riportare al pieno utilizzo le attrezzature e gli spazi comunali già esistenti.

Ci impegniamo a:

  • Rivedere i contratti sulla base di obiettivi di qualità. Con le società esterne che si occupano della manutenzione di strade e verde vogliamo inserire un vincolo di risultato al manutentore (ad esempio invece che fissare un certo numero di tagli d’erba all’anno, fissiamo un limite massimo di crescita da non superare, cosi se un anno piove molto e l’erba cresce in fretta, i maggiori costi ricadono nel rischio d’impresa del fornitore e non sulla nostra comunità);
  • Sviluppare progetti di riutilizzo delle strutture comunali esistenti in disuso, attivandoci in parallelo per la ricerca dei fondi necessari (a puro titolo di esempio: l’ex Caserma dei Carabinieri, l’ex Consultorio Ufficio Tecnico, ecc.);
  • Riqualificare la Galleria Grassi (la nostra bomboniera) prevedendo la sua chiusura con vetrate e la dotazione di pompe di calore, per renderla utilizzabile in tutte le stagioni;
  • Riqualificare e valorizzare Villa Dell’Acqua e il suo Parco con interventi di messa a norma, arredi interni, esterni ed illuminazione al fine di attribuire nuova funzione all’intero complesso e renderlo completamente utilizzabile dalla cittadinanza (Palazzo dei Servizi, ludoteca, Casa delle Associazioni ecc.). Il parco tornerebbe a nuova vita, rendendo i suoi spazi decorosi e sicuri;
  • Completare la sistemazione della Piazza Don Carlo Bianchi a Cantalupo per migliorarne la qualità e la vivibilità, inserendola nella maglia di percorsi protetti che si estenderà per tutto il Comune;
  • Realizzare a Cantalupo un nuovo centro polifunzionale che restituisca ai cantalupesi la possibilità di seguire la propria vocazione al teatro ed alla musica, individuando spazi adeguati per poter continuare la tradizione della realizzazione dei carri carnevaleschi. A tale proposito avvieremo un percorso con tutti gli attori interessati per valutare la fattibilità di comporre in un unico grande progetto anche la riqualificazione dell’ex Asilo;
  • Verificare attentamente la convenzione in essere per la gestione e manutenzione dei Servizi Cimiteriali di Cantalupo e Cerro, anche alla luce delle numerose criticità segnalate dai cittadini e da Personalità di riferimento per la nostra comunità. I nostri Cimiteri richiedono una approfondita revisione strutturale e un potenziamento delle dotazioni accessorie a disposizione dei cittadini in modo che l’accompagnamento e la visita ai nostri defunti possa avvenire in condizioni di massimo rispetto e cura.
  • Completare il Parco del Cimitero con revisione e ampliamento della attuale area cani oltre alla realizzazione di ulteriori aree cani economiche ed attrezzate sia a Cerro che a Cantalupo;
  • Realizzare orti urbani sociali e didattici a Cerro e Cantalupo (negli spazi già individuati in precedenza);
  • Completare la messa in opera del Parco Giochi ad Alta Accessibilità nell’area di Via Vittorio Emanuele II a Cantalupo per consentire la fruizione di spazi, prodotti e servizi alla più ampia pluralità di soggetti, diversi fra loro per capacità percettive, motorie e cognitive (Design for All);
  • Progettare e implementare una residenza protetta (Housing Sociale) che superi la definizione classica, permettendo un utilizzo più ampio ed esteso a generazioni diverse, così da promuovere una “ri-socializzazione” trasversale;
  • Realizzare una rete di piste ciclabili e percorsi pedonali protetti che rendano fruibili tutte le centralità pubbliche al ciclista e al pedone, anche recuperando porzioni stradali attraverso la revisione degli spazi per la sosta e della viabilità locale (attuazione/adeguamento del piano traffico in accordo con il progetto della Piazza Diffusa);
  • Introdurre una nuova modalità di cura diretta del verde e di altri beni comuni da parte dei cittadini. Sulla base di altre esperienze intendiamo avviare progetti attraverso i quali gruppi di cittadini residenti o negozianti adottano la propria via prendendosi cura di aiuole e altri beni comunali provvedendo alla loro manutenzione ordinaria ricevendone in cambio un contributo per le spese. Da questi progetti di riappropriazione delle vie in cui si vive o si lavora, possono nascere forme di collaborazione tra vicini di casa (prestito di oggetti, mutua sorveglianza delle case, aiuto reciproco). Un modello di reciprocità che era comune nei cortili di un tempo.
UNA MAGGIORE QUALITÀ URBANA PER IL #BENECOMUNE

Il perseguire nuovi livelli di qualità urbana è intimamente connesso con i precedenti due obiettivi, ma è di più ampio respiro e coinvolge tutti i settori della vita urbana: dai servizi forniti all’abitare fino alla qualità architettonica degli edifici e degli spazi pubblici e privati. Costruire con maggiore qualità e tutelare nel contempo i valori architettonici di pregio esistenti sarà uno dei perni della nostra futura azione di governo, sia selezionando progetti pubblici di qualità, sia stimolando i soggetti privati a ricercare la qualità architettonica per il nuovo e a trasformare o a mantenere in stato adeguato l'esistente.

Ci impegniamo a:

  • Promuovere e sensibilizzare alla qualità, al gusto del bello ed alla cura nella progettazione degli spazi e degli edifici privati;
  • Sostenere con politiche specifiche l'insediamento di nuove attività produttive e commerciali negli ambiti residenziali per accrescere l'attrattività del centro urbano;
  • Pianificare le risposte ai nascenti bisogni della popolazione (anziani e domanda abitativa delle fasce che per reddito non accedono al mercato immobiliare);
  • Introdurre una fascia periurbana a prevalente destinazione agricola in cui saranno ammessi anche usi non propri dell'imprenditore agricolo come orti, piccole coltivazioni o usi con finalità ludiche o culturali, ma a condizione che vengano mantenute ampie quote di terreno drenante, mascherature vegetali e dimensioni limitate dell’intervento; ciò contribuirà al recupero di porzioni di terreno al margine urbano oggi privi di finalità agricole, riqualificando il nostro paesaggio e ampliando gli spazi fruitivi.
CERRO E CANTALUPO SICURE PER IL #BENECOMUNE

Vivere sicuri è una priorità per tutti, nelle proprie abitazioni, per strada, nei luoghi pubblici. Per il Bene Comune, diritti e doveri devono essere fatti rispettare. Occorre garantire un forte presidio del territorio e misure decise di contrasto alla criminalità, al vandalismo, alla furbizia e all’incuria.

Ci impegniamo a:

  • Ci impegniamo a verificare, ampliare e a rendere più efficace il Sistema di Telecamere di Videosorveglianza attraverso l’installazione di nuove telecamere nelle aree critiche, nei punti sensibili e nel centro del paese.
  • Garantire il controllo puntuale dei filmati attraverso la collaborazione con le forze dell’ordine dei Comuni vicini.
  • Attivare convenzioni con privati cittadini e/o imprese per la fruizione ad uso pubblico dei sistemi di video sorveglianza di loro proprietà
  • Potenziare e valorizzare tutte le risorse e gli strumenti volti a garantire il rispetto delle regole: Polizia Locale, Forze dell’Ordine, Volontari per la sicurezza. In particolare va incrementato l’organico della Polizia Locale anche attraverso accordi intercomunali. Maggiore attenzione andrà poi prestata alla dotazione di mezzi, risorse, tecnologie, strutture a disposizione dei nostri agenti.
  • Rendere disponibili nell’ambito del rinnovamento anche tecnologico delle misure di sicurezza una APP dedicata alle segnalazioni dirette tra Cittadini e Polizia Locale e, per un più agile spostamento, prevediamo di equipaggiare la struttura anche di Bicicletta a Pedalata Assistita.
  • Agevolare il controllo del territorio con una maggiore presenza della Polizia Locale in sinergia con le Forze dell’Ordine e le strutture omologhe dei comuni limitrofi, in questa ottica si inserisce una maggiore automazione delle procedure burocratiche con personale amministrativo.
  • Installare attraversamenti pedonali con tecnologia intelligente, illuminazione a “occhi di gatto” nei punti critici.
  • Intensificare i controlli, in accordo con le Forze dell’Ordine, delle aree “sensibili” del nostro territorio.
  • Completare la revisione e la messa in opera della illuminazione pubblica con tecnologia LED e predisposte per l’utilizzo “Smart”, potenziando i punti luce nelle aree “sensibili”.
  • Incentivare incontri e collaborazioni con le associazioni per il Controllo di Vicinato, Protezione Civile e Associazione Carabinieri in Congedo per potenziarne la capacità di presidio e intervento sul territorio, contribuendo alla sicurezza della comunità.
LAVORO, IMPRESA E COMMERCIO PER IL #BENECOMUNE

Da anni si assiste alla chiusura di attività, anche storiche, nel nostro paese, nel quale sono ormai rimasti in pochi a investire tempo e risorse per fare impresa.

Ci impegniamo a:

  • Attivare un Tavolo di Coprogettazione per il rilancio del commercio e dell’imprenditoria locale al fine di decidere insieme, commercianti, imprenditori e amministrazione le strategie di rilancio e valorizzazione delle attività locali. Il tavolo sarà anche il luogo del confronto nel merito di tematiche relative alla viabilità e allo sviluppo urbanistico.
  • Attività di Formazione e orientamento alle forme di Finanza Agevolata, Pianificazione e Controllo, Finanza Straordinaria, Linee di Finanziamento e Orientamento Giuridico
  • Utilizzare la leva fiscale, il recupero e la promozione di nuovi eventi per ridare respiro all’economia locale, dare nuove opportunità a chi investe e crea lavoro sul territorio e alzare qualche saracinesca da troppo tempo abbassata.
  • Incentivare e sostenere i cambi di destinazione d’uso negli ambiti urbani interessati da episodi di dismissione o impoverimento, agendo sulle norme di piano o attivando politiche specifiche per ridurne l'onerosità;
  • Agevolare le attività economiche esistenti in occasione di ampliamenti o modifiche a loro edifici con l’introduzione norme flessibili e riducendo i paletti che caratterizzano oggi il controllo dell’attività edilizia in Italia;
  • Facilitare il riuso di edifici produttivi sottoutilizzati ampliando le destinazioni d’uso compatibili e riducendo gli oneri a carico delle trasformazioni.
  • Facilitare l’incontro tra aziende e persone in cerca di occupazione anche in collaborazione con gli strumenti attivati dalla azienda SOLE (partecipata da tutti i comuni del Legnanese), Ripristino dello Sportello Lavoro
  • Supportare le attività economiche locali e intercettare ed incentivare gli investimenti da operatori sovralocali (è ormai riconosciuto quanto la presenza di un attore pubblico forte e propositivo favorisca l'insediamento e lo sviluppo di attività economiche).
  • Rivitalizzare il commercio locale attraverso le aperture speciali dedicate, esempio: Notte Bianca, Notte Rosa, Giornate dello Sbaracco etc.
  • Rivisitare le Aree Mercato sotto il profilo logistico e regolamentare.
QUALITA’ DELL’AMBIENTE PER IL #BENECOMUNE

Ci impegniamo a:

  • Incidere sull’impronta ecologica, ai sensi della Legge Regionale vigente, del nostro territorio intervenendo sul PGT per impedire nuovi insediamenti (NO consumo di suolo) al di fuori dei perimetri già urbanizzati o dei terreni su cui insistono diritti acquisiti.
  • Verificare le modalità di attuazione della Raccolta Differenziata per valutarne i margini di miglioramento.
  • Far rispettare la raccolta differenziata per un incremento della stessa che si deve tradurre in un risparmio per i cittadini.
  • Ridurre l’impatto sulla qualità ambientale del nostro Comune e nel contempo abbassare i costi di intervento per tutta la comunità attraverso più stretti controlli e sanzioni sull’abbandono dei rifiuti, sullo spreco nelle casette dell’acqua, sugli atti di vandalismo, incuria e deiezioni animali anche con Foto trappole.
  • Perseguire la riduzione dei consumi energetici negli edifici pubblici anche estendendo l’utilizzo delle Energie Rinnovabili.
  • Installare Cestini Rifiuti Multiuso.
  • Proteggere i nostri amici animali attraverso l’attività dello Sportello dei diritti degli animali anche in collaborazione con le Associazioni di settore.
  • Aumentare le Aree Cani sul territorio e rivedere quella attualmente in essere per renderla più fruibile.
  • Mappatura delle essenze arboree sul territorio per un efficientamento della manutenzione.
SPORT E QUALITA’ DELLA VITA PER IL #BENECOMUNE

La nostra comunità è vivace e ricca di realtà che promuovono la cultura dello Sport come strumento di crescita, di socialità e di benessere psicofisico. Tanto impegno e rispetto delle tradizioni meritano maggiore attenzione, supporto organizzativo e strutture adeguate.

Ci impegniamo a:

  • Potenziare il ruolo centrale della Commissione Comunale Sport, nell’ascolto delle esigenze delle associazioni e società sportive, aiutandole con un rapporto mirato e singolo che risponda ai loro bisogni quotidiani;
  • Incentivare la realizzazione di eventi e manifestazioni (Week End dello Sport che possa in più giorni dare risalto ad ogni singola associazione sportiva) in collaborazione con le Società Sportive;
  • Promuovere le discipline sportive nelle scuole primarie e secondarie per favorire l’approccio e l’inserimento, in convenzione, di alunni individuati dell’Istituto Scolastico
  • Promuovere incontri formativi per genitori e figli con testimonianze di esperti che sottolineino il ruolo educativo delle discipline sportive e la corretta modalità di accompagnare i giovani allo sport.
  • Attivare convenzioni per le diverse fasce d’età: famiglie, giovani e anziani (carnet di iniziative sportive e/o lezioni gratuite ginnastica dolce, yoga, ballo…) e la partecipazione a gare sportive professionistiche, incrociando le diverse facilitazioni che ogni società sportiva può mettere in campo
  • Coinvolgere le società e le associazioni sportive, le istituzioni scolastiche, le famiglie e le aziende in uno sforzo comune al fine di rilanciare insieme lo sport per tutti.

Sviluppare una grande opera di riqualificazione gestionale e strutturale degli impianti sportivi attraverso la messa in sicurezza delle strutture, progettazione di spazi che producano risorse da destinare allo Sport, ecc., (Campi di Calcetto, Campi da Tennis, Percorso Vita, Campi da Basket, Skate Park).

IL TEMPO RITROVATO PER IL #BENECOMUNE

Cerro e Cantalupo sono ricche di tradizioni e di un importante tessuto associativo (Storico, Culturale, Sportivo, Sociale etc.), che rafforzano la coesione sociale, il senso di appartenenza e completano l’offerta di servizi alla comunità secondo il principio di Sussidiarietà. Vogliamo valorizzare e sostenere questa rete garantendo il contributo della Amministrazione Comunale come facilitatori, sostenitori e coordinatori.

Ci impegniamo a:

  • Rendere disponibile per i Cittadini “l’Agenda del Paese” ove sono raccolte tutte le iniziative sia Istituzionali che Associative e Religiose che hanno luogo a Cerro e Cantalupo nel corso dell’anno.
  • Prevedere uno spazio dedicato alla valorizzazione dell’Arte e degli artisti locali, sia attraverso mostre permanenti che temporanee.
  • Istituire, in omaggio a Walter Tobagi, il Premio Walter Tobagi per giovani giornalisti.
  • Rilanciare i “luoghi della Cultura”: – Biblioteca, Auditorium – implementando le iniziative consolidate e creandone di nuove (cinema, fotografia, musica, letteratura, corsi di scrittura creativa).
  • Rilanciare i “luoghi della Memoria”
  • Rilanciare i “luoghi della Tradizione”: stagioni culturali con focus tematici e appuntamenti fissi e riconoscibili
  • recuperare, in forma innovativa, feste e appuntamenti legati alla tradizione locale (Formaggiore, PALIO, Tornei, Notte Bianca, Notte Rosa a Cantalupo etc.)
  • Continuare e migliorare la storica collaborazione con gli Oratori e la Parrocchia.
  • Istituzione con apposito regolamento del Premio Annuale a “Cittadino Bene Comune”.
  • Rilanciare l’Auditorium come “mercato dello spettacolo” in modo da attrarre operatori che vengono dall’esterno e portino progetti e contenuti di qualità. La struttura dovrà poter garantire una maggiore fruibilità e ottimizzazione degli spazi
  • Rilanciare l’offerta culturale e ricreativa per i giovani nell’ambito di spazi messi a disposizione dalla Amministrazione. Saranno questi i luoghi di progettazione autonoma e di sostegno alle loro proposte, al fine di stimolare la crescita dei futuri operatori culturali.
  • Realizzare eventi per una “Cultura in movimento”: “festival artisti di strada”, “mercatini del Vintage” e “Street Food Parade”, per scoprire e valorizzare angoli del nostro paese, “spazi segreti tra Cerro e Cantalupo” che possono creare la magia tipica dei piccoli spettacoli.
  • Attivare Università della Terza Età stipulando accordi con le realtà esistenti sul territorio (Lainate, Auser Milano, Legnano, San Vittore Olona) mettendo a disposizione spazi pubblici al fine di istituire corsi con sede a Cerro Maggiore.
  • Attrezzare l’Area Feste di Cantalupo, attualmente utilizzata anche per Festa dell’Aria e Luna Park
  • Riprendere la pubblicazione periodica del Cerro Notizie.
UNA COMUNITA’ SOLIDALE PER IL #BENECOMUNE

Niente è mai scontato, a volte ciò che per tanti è banale diventa un ostacolo insuperabile per un disabile, per un anziano, per una donna in attesa. Una comunità inclusiva fa in modo che le proposte siano più semplici e accessibili per tutti, per non lasciare indietro nessuno, per non lasciare solo nessuno, per dare una opportunità a tutti.

Ci impegniamo a:

  • Controllare in modo puntuale la congruità delle erogazione di contributi e agevolazioni confrontandola con l’effettivo stato di bisogno.
  • Proseguire nel percorso condiviso con le associazioni per la realizzazione di un Welfare generativo e sussidiario.
  • Garantire equità di accesso ai Servizi Sociali anche attraverso la revisione dei Regolamenti Comunali dedicati e la collaborazione stretta con la azienda consortile Sole.
  • Rilanciare i servizi per l’infanzia con particolare attenzione alla qualità dell’offerta educativa e alla flessibilità degli orari di fruizione, anche attraverso la sperimentazione di nuove forme di collaborazione con l’offerta privata; prosecuzione misura “Nidi Gratis”
  • Rilanciare i Campus Estivi e avviare i Campus Invernali e gli Spazi Pasqua e Natale in una stretta collaborazione tra Ente, Utenza e Gestioni
  • Implementare l’offerta di supporto alla educativa scolastica per il sostegno a ragazzi con disagio familiare, disabilità fisica e sensoriale, disturbi dell’apprendimento.
  • Potenziare, implementare e innovare i Servizi della Carta 0-14
  • Attivare accordi con medici specialisti per fornire alle famiglie cure a prezzi calmierati.
  • Realizzare Orti Sociali e didattici a Cerro e Cantalupo.
  • Sostenere le famiglie, soprattutto quelle numerose anche attraverso la Leva Fiscale e le agevolazioni nell’utilizzi dei Servizi.
  • Attivare forme di Microcredito alle famiglie per la formazione al lavoro dei ragazzi e degli adulti disoccupati
  • Sostenere l’attività dei Centri Anziani e potenziare la loro funzione per il trasporto di anziani disabili e cittadini fragili e per le attività formative, ludiche e di promozione della salute.
  • Attivare una stretta collaborazione con l’Agenzia per la Casa della Azienda Sole per supportare le famiglie nelle difficoltà di carattere normativo, legale finanziario e tecnico.
  • Attivare una collaborazione con ALER per la manutenzione degli immobili di loro proprietà.
  • Implementare le attività di orientamento legale sul diritto di famiglia, con i servizi di orientamento al diritto del lavoro e dei consumatori
  • Accompagnare e sostenere le donne nel cammino vero la Democrazia Paritaria attraverso incontri formativi e culturali dedicati a questo tema (Donne e…, presentazione di libri etc.).
  • Contrastare con ogni mezzo il fenomeno della violenza sulle donne e sui minori sul piano giuridico, legale, educativo e formativo in stretta collaborazione con la rete antiviolenza Ticino Olona di cui il Comune di Cerro è Comune Capofila.
  • Individuare una sede adeguata per il Centro di Ascolto per il contrasto al Bullismo Scolastico.
SCUOLA PER IL #BENECOMUNE

La nostra realtà dispone di un’offerta formativa di qualità, sin dalla Scuola per l’Infanzia. Tra i sogni realizzabili c’è quello di ampliare l’offerta formativa alla Scuola professionale. La nuova Scuola richiede un ripensamento delle pratiche didattiche, un adeguamento delle dotazioni, interventi mirati di edilizia scolastica, un adeguamento delle modalità di finanziamento dei progetti scolastici e, non ultimo, una stretta collaborazione fra corpo docente e Istituzione affinché il mondo della scuola sia al centro dell’agenda politica dell’Amministrazione Comunale.

Ci impegniamo a:

  • Arricchire il nostro supporto alla scuola migliorandone la connettività, realizzando ambienti specializzati per nuove metodologie di apprendimento, anche attraverso nuove modalità di erogazione dei contributi che, su impulso della scuola stessa, privilegino la qualità, l’innovazione, l’inclusione, l’educazione alla cittadinanza e la formazione dei docenti.
  • Allargare l’offerta formativa con un Istituto Professionale che formi e accompagni i ragazzi a professioni e lavori in sintonia con quella che è la vocazione del nostro territorio.
  • Istituire in ogni classe un’ora alla settimana di Educazione alla Cittadinanza, un grande investimento su diritti e doveri.
  • Promuovere incontri di formazione ed educazione, anche peer to peer, alla sessualità consapevole, al rispetto e al riconoscimento della diversità tra uomo e donna.
  • Promuovere azioni di formazione ed educazione per il contrasto al Bullismo, Cyberbullismo e corretto utilizzo dei Social.
TRASPARENZA, EFFICIENZA E PARTECIPAZIONE PER IL #BENECOMUNE

Un’amministrazione che funziona bene aggiunge valore culturale, economico e sociale alla comunità che governa. Il comune di Cerro Maggiore soffre delle difficoltà di moltissime pubbliche amministrazioni, aggravate localmente dalla lunga assenza di una guida politica. Vogliamo rilanciare il governo del paese in chiave di massima trasparenza, efficienza e partecipazione.

Ci impegniamo a:

  • Far sì che gli amministratori e gli uffici comunali, con incontri pubblici, illustrino il loro lavoro e ascoltino le istanze dei cittadini per una migliore e reciproca collaborazione.
  • Mettere a disposizione dei cittadini tutte le informazioni del Comune facilitando la consultazione degli atti, pubblicando i criteri di accesso e controllo dei servizi, migliorando la partecipazione dei cittadini alle attività e alle scelte progettuali e d’investimento dell’amministrazione.
  • Avviare la esperienza del Bilancio Partecipativo come forma di partecipazione diretta dei cittadini nella ideazione e scelta di alcuni progetti finanziati dal Comune ed eventuali sponsor.
  • Utilizzare i canali Social per un contatto diretto, puntuale e tempestivo con la Cittadinanza il tutto integrato nel sito Web.
  • Analisi della Pianta Organica con un’ulteriore spinta sulla informatizzazione dell’Amministrazione e realizzazione di una APP per facilitare l’acceso dei Cittadini ai Servizi Comunali incluso prenotazioni di appuntamenti con uffici e Rappresentanti istituzionali.
  • Sburocratizzare le procedure interne e verso i cittadini e dare una comunicazione informativa più puntuale sia a mezzo stampati (Cerro Notizie) ma soprattutto attraverso i mezzi multimediali, Sito Web, Pagine Social, Tabelloni Luminosi
  • Incentivazione processo “No Paper”.
FINANZA PER IL #BENECOMUNE

Una Amministrazione deve gestire il presente, programmare il futuro ma anche fare una ricognizione degli impegni pregressi e delle passività potenziali. Allo stato attuale le Amministrazioni Comunali devono necessariamente trovare nuovi strumenti e strategie per non tagliare i Servizi erogati ai cittadini o per non essere costretti ad aumentare la pressione fiscale. Occorre pertanto continuare a monitorare la spesa razionalizzando gli interventi, utilizzando al meglio le risorse pubbliche, migliorando l’efficacia della macchina comunale e acquisendo nuove risorse.

Ci impegniamo a:

  • Istituire una Commissione di Indagine per la verifica e la valutazione della gestione delle Aziende Partecipate (AMCEM, CEA, Energeco, Consorzio Bibliotecario, ecc), Istituire una Commissione per la verifica e valutazione dello stato di attuazione delle convenzioni in essere conseguenti all’utilizzo dello strumento del Project Financing: Piscina, Cimiteri, Centro Ginetta Colombo.
  • Eseguire una puntuale analisi degli impegni pregressi del Comune.
  • Contenere la tassazione sui redditi, addizionale Irpef.
  • Ridurre la tassa sui rifiuti a seguito della ottimizzazione della Raccolta Puntuale.
  • Sviluppare una politica fiscale più favorevole per le fasce deboli attraverso un progressivo innalzamento della quota esente.
  • Maggiore equità fiscale a fronte di un maggior impegno nel controllo e nel monitoraggio della evasione e/o elusione delle tributi locali.
  • Attivare tutti gli strumenti necessari per il reperimento delle risorse messe a disposizione da bandi e/o linee di finanziamento Regionali, Nazionali e d Europee.
  • Potenziare le capacità progettuali e relazionali dell’Ente al fine di accedere a risorse aggiuntive rispetto a quelle ordinariamente disponibili per l’ente.

Effettuare una revisione della Governance della Azienda Partecipata AMCEM per un conseguente sviluppo delle attività di servizio alla cittadinanza con possibili ricadute occupazionali per i residenti di Cerro e/o Cantalupo.

pieralandoni.it

Committente responsabile Ivo Frau
© 2018 Tutti i diritti riservati. C.F. FRAVIO76A05H264T
Privacy e cookies policy

Scrivimi

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo sito si avvale di cookie tecnici, analytics e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo.